giovedì 13 luglio 2017

Parla Bersani deluso da #Gentiloni è come Matteo #Renzi. Annuncia battaglia sulla manovra: "Il governo rischia"


Notizia Pubblicata da: huffingtonpost.it/





Paolo Gentiloni è come Matteo Renzi, ma con più stile. In un'intervista alla Stampa, Pier Luigi Bersani esprime tutta la sua delusione per la continuità a Palazzo Chigi e apre il fronte di battaglia sulla manovra autunnale, dopo tanti "bocconi amari" ingoiati negli ultimi mesi, dai nuovi voucher al decreto sulle banche venete.

 

 

"La fiducia sulle banche l'abbiamo votata, ingoiando un altro boccone amaro, perché non siamo avventurieri e, come dissi già nel 2011 alla caduta di Berlusconi, non vogliamo guadagnare qualcosa come partito sulle macerie del Paese. Ma se pensano a una manovra d'autunno di sgravi e bonus senza investimenti, occhio che casca l'asino".


O meglio casca il Governo. Bersani non usa mezze parole per esprimere lo scontento di Mdp per quanto avviene a Palazzo Chigi e dintorni. Mettendo nel mirino, per la prima volta, anche il premier Gentiloni.

 

"Al netto dello stile, ci ha dato parecchie delusioni. Ha seguito pedissequamente la linea del predecessore. Penso ai voucher, e ora a questa vicenda inaccettabile delle banche. C'era un accordo per far pagare pegno ai responsabili di quegli istituti e per risarcire una quota più ampia di obbligazionisti. Poi è arrivato un niet incomprensibile. Per questo voteremo contro, e ci devono ringraziare per l'ok alla fiducia".


Un penultimatum, che ricorda momenti di crisi nel Pd che hanno poi portato alla scissione.

 

"Nel Pd alla fine siamo arivati al dunque... Lo stesso vale per il governo: in questi giorni sento da Renzi ricette che non avranno mai il nostro voto, come fare altro debito per ridurre le tasse in modo indiscriminato anche ai ricchi. Una ricetta di tutte le destre, rinnegata perfino da Reagan perché inefficace" [...] "Tutti i margini di flessibilità ottenuti finora, accollandoci in cambio gli immigrati e accettando regole demenziali sulle banche, sono stati buttati in bonus e sgravi. Zero investimenti. Se Gentiloni mette il veto sul Fiscal Compact noi ci stiamo. Ma per fare cosa?".


Il prossimo campo di battaglia, assicura Bersani, è la manovra autunnale.

"Se siamo in maggioranza dovranno ascoltarci. Ci sarà una nostra proposta, vediamo cosa portiamo a casa. Per risvegliare gli elettori delusi servono idee, non giochi politicisti"

Un ultimo commento sul libro di Renzi e sul retroscena dell'avvicendamento con Letta a Palazzo Chigi, voluto dalla minoranza Pd.

"Ma c'è ancora qualcuno che può credere a quest'uomo qui?"

Nessun commento:

Posta un commento