domenica 23 luglio 2017

il business Prima di tutto. Alfano incontra il ministro dell’Arabia. Ma sulla guerra saudita in Yemen (con le bombe made in Italy) non una parola



Estratto di Notizia Pubblicato da: http://www.lanotiziagiornale.it





Per carità: Angelino Alfano non è il primo e, probabilmente, non sarà nemmeno l’ultimo. Prima di lui, stesso identico comportamento era stato tenuto dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti, dal titolare del Viminale prima dello stesso Alfano, Paolo Gentiloni e, prima ancora, da Matteo Renzi. Il copione è sempre uguale: incontro in pompa magna con i rappresentanti del Governo saudita e non una parola sullo Yemen. Fa niente se parliamo di una guerra, condotta da una coalizione guidata proprio dall’Arabia, che dura da due anni nonostante sia stata condannata dall’Onu e che, fino ad ora, è responsabile di circa cinquemila civili uccisi, ottomila feriti e quasi 19 milioni in crisi umanitaria e a rischio epidemia di colera. Tutto passa in secondo piano quando di mezzo ci sono gli affari. E così è stato ieri, nell’incontro tra Alfano e il suo “collega” arabo Adel al Jubeir.

 

 

Clicca qui Per Leggere L'articolo integrale 

Nessun commento:

Posta un commento