CANALE YOUTUBE

giovedì 22 giugno 2017

RISCHIO ITALIA " ARRIVA LA BASTONATA DI DRAGHI AL GOVERNO GENTILONI "




Notizia pubblicata da huffingtonpost.it

 

 

"Il lento e incompleto recepimento del patto di bilancio è nel complesso deludente". Lo scrive in merito al fiscal compact la Bce, nel suo bollettino mensile.

 

"In generale - si legge nel bollettino - i casi di applicazione della regola del Patto di Stabilità e di Crescita relativa al debito basati sul rispetto del meccanismo preventivo nel medio termine e su dati convalidati ex post rischiano di produrre un indebito ritardo nelle decisioni finali sull'avvio di PDE (procedure pwer disavanzi eccessivo) per violazione del criterio del debito. Nel frattempo, carenze negli aggiustamenti strutturali rispetto ai requisiti del Patto potrebbero ulteriormente incrementare i rischi per la sostenibilità del debito. "In prospettiva - suggerisce la Bce - perché sia garantita un'efficace attuazione della regola del Patto relativa al debito, la valutazione dell'osservanza del criterio del debito dovrebbe essere ulteriormente precisata sulla base di fattori chiaramente quantificabili".

 

"In conclusione - scrive la Bce - il Patto di Stabilità e di Crescita è stato oggetto nel tempo di frequenti modifiche e interpretazioni, divenendo così molto complesso. Ciò rende più difficile un'applicazione delle norme da esso previste coerente tra paesi e nel tempo. Inoltre, la qualità di un quadro di riferimento in materia di bilancio è importante quanto la sua attuazione. A tale riguardo, l'applicazione compiuta, giuridicamente corretta e coerente delle norme del Patto di crescita e stabilità è responsabilità comune della Commissione europea e del Consiglio. È di fondamentale importanza per la credibilità del Patto".

 

La Bce "ritiene che i rischi per le prospettive di crescita siano ora sostanzialmente bilanciati". Francoforte nel bollettino spiega che "in tale contesto, è sempre più ridotta la probabilità che si verifichino scenari avversi per le prospettive della stabilità dei prezzi, in particolare per effetto dell'attenuazione dei rischi di spinte deflazionistiche".

 

Ma la Bce avverte che "rischi al ribasso" potrebbero emergere dal protezionismo, processo di riforma e liberalizzazione in Cina e dalla Brexit.

Nessun commento:

Posta un commento