CANALE YOUTUBE

lunedì 19 giugno 2017

News: Parla Sergio Staino direttore dell' Unità



Estratto di Notizia Pubblicata da: Dagospia.com




Luca Telese per la Verità

 

«Basta, adesso la misura è colma: è un bugiardo seriale, si deve dimettere!».

 

Quello di Sergio Staino, direttore dell' Unità (che in questi giorni fallisce), non è un anatema, o uno strappo razionale ma un grido di dolore. Staino ha scritto ieri una feroce lettera aperta per denunciare il leader del Pd, e si racconta così: «Per un anno ho raccolto ovunque insulti con la pala: mi hanno dato del venduto, del mascalzone, del corrotto dell' arricchito, dell' infame per il mio essere renziano. Mi sono preso e mi prendo tutto, ma tuttavia non posso più tacere. Basta».

 

Caro Sergio, loro ti insultano però possono dirti: «ti avevamo avvertito».

«Lo so, ma cosa posso farci? Come tanti italiani mi sono fidato di quest' uomo, prima di scoprire come è fatto realmente, di che cosa è capace. Insultami pure tu».

 

Lo accusi di averti abbandonato. Ma questo è accaduto prima della crisi economica del giornale, perché?

«Non voglio credere di essere così importante da essere la causa di questa tragedia però...».

 

 

 

Cosa?

«Forse i Renziani pensavano tutti che io rimanessi come figurina Panini, a fare la bella statuina mentre loro cucinavano il giornale come gli pareva...».

 

Invece tu hai subito rotto con il vicedirettore Andrea Romano e con la firma di punta, Fabtizio Rondolino. Non è un merito.

«Rondolino? Poverino».

 






Nessun commento:

Posta un commento