martedì 13 giugno 2017

Carta Canta: Il dato è lampante: nel giro di un anno i debiti del Comitato Olimpico, presieduto da Giovanni Malagò peraltro fresco di rielezione, sono aumentati di dieci milioni di euro.




Il dato è lampante: nel giro di un anno i debiti del Comitato Olimpico, presieduto da Giovanni Malagò peraltro fresco di rielezione, sono aumentati di dieci milioni di euro. Ma ciò che emergono sono anche le spese folli del Comitato Roma 2024: in dieci mesi di attività nel 2016 è costato 9,7 milioni di euro







Estratto di Notizia Pubblicato da: LaNotiziaGiornale.it 






Il dato è lampante: nel giro di un anno i debiti del Comitato Olimpico, presieduto da Giovanni Malagò peraltro fresco di rielezione, sono aumentati di dieci milioni di euro. Numeri impressionanti, non c’è che dire, che emergono mettendo a confronto il bilancio del 2015 con quello del 2016, appena pubblicato (la cui approvazione da parte del Comitato era stata rinviata proprio per le elezioni di inizio maggio). Ebbene, le tabelle, che La Notizia ha visionato, parlano chiaro: se a fine 2015 i debiti contratti dal Coni ammontavano a 29 milioni e rotti, a distanza di un anno hanno raggiunto quota 38,9 milioni di euro. Un bel salto, non c’è che dire.

Ma a questo punto andiamo a vedere cosa abbia mai combinato nel giro di un anno la gestione Malagò. Analizzando le tabelle, ad esempio, scopriamo che i soli debiti verso i fornitori sono passati da 10 a 18 milioni di euro; debiti questi che possono essere ascritti essenzialmente ai lavori di 




Nessun commento:

Posta un commento