Tensione al municipio XIII di Roma in Aula consiliare. Una trentina di militanti di CasaPound hanno fatto irruzione e contestato il sindaco di Roma Virginia Raggi, impedendo, di fatto, l’inizio del confronto pubblico sullo studio di fattibilità della funivia Casalotti-Battistini. Il sindaco Virginia Raggi è stata fatta allontanare dalla sicurezza, dopo che gli esponenti di estrema destra – tra questi anche Davide Di Stefano – si sono avvicinati a pochi metri dal primo cittadino. Gli uomini della Polizia sono intervenuti per fermare la contestazione, mentre i militanti, tra spintoni e urla, lanciavano cori da stadio: “Dimissioni, dimissioni”. Poi, la fuga dei militanti di CasaPound, nel tentativo di evitare le identificazioni delle forze dell’ordine. 

 

 Fonte ilFattoquotidiano.it