sabato 6 maggio 2017

SICILIANI: ALLE AMMINISTRATIVE DI GIUGNO 2017 VOTATE M5S PER IL CAMBIAMENTO REALE DELLA SICILIA



ESTRATTO DI NOTIZIA PUBBLICATA DA: http://www.palermotoday.it





Nota personale del Blogger info5stelle: io sono siciliano come voi, questa realtà la conosco bene, ecco perché alle prossime elezioni amministrative io e la mia famiglia voteremo m5s, per cambiare la Sicilia, basta Partenze!!




Sicilia, terra di addii: "Quei 70 mila laureati che partono per non tornare più"

“Ma il segno positivo non recupera gli oltre 13 punti percentuali persi negli anni della depressione più nera, dal 2008 al 2015”. Così il reddito medio familiare, in Sicilia, “resta al di sotto di 21 mila euro e oltre il 50% delle famiglie non arriva a un reddito di 18 mila euro annui, meno di 1.500 euro al mese”. Inoltre la disoccupazione giovanile viaggia sopra alla soglia esplosiva del 57%. Insomma, l’Isola che in autunno andrà a votare per Palazzo dei Normanni e Palazzo d’Orleans, “è sempre appesa al filo delle sue contraddizioni strutturali”: dalla povertà ai rifiuti alla pubblica amministrazione ai settori produttivi in affanno. Ai temi delle autonomie locali, dei precari, dei fondi Ue, delle Partecipate e della formazione.
Migranti non solo in entrata. La Sicilia, si legge nella relazione d’apertura, è la prima regione d’Italia per numero di emigranti e si calcola che fra Agrigento, Palermo e Catania, siano più di 100 mila coloro i quali siano andati a vivere e lavorare altrove. Insomma, l’Isola è terra di sbarchi. È terra di accoglienza. Ma è anche terra di addii, in qualche caso di arrivederci. È negli ultimi anni che s’è registrata l’accelerazione del fenomeno migratorio in uscita, a fianco di quello in entrata, segnala la Cisl. Ma rispetto alla migrazione di alcuni decenni fa, a fare la valigia e andare altrove in cerca di fortuna, oggi sono siciliani dal livello d’istruzione medio-alto, per lo più giovani. Nell’ultimo decennio, spiega Milazzo, sono partiti quasi 70 mila laureati. “È facile comprendere – chiosa il segretario – quanto questo fenomeno sia un fattore d’impoverimento della Sicilia, sia dal punto di vista sociale che economico e culturale”.
Una Sicilia lontana anni-luce, in una parola, dalla realtà economica e sociale del Paese.


Clicca qui per leggere l'articolo integrale sulle partenze dei Giovani Siciliani 




Potrebbe interessarti: http://www.palermotoday.it/economia/lavoro-relazione-cisl-sicilia-palermo-2017.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/PalermoToday/115632155195201

Nessun commento:

Posta un commento