giovedì 11 maggio 2017

Notizia del Giorno +++ Vitalizi, ora al Senato si scopre il bluff della proposta del Pd +++






 

 Notizia Pubblicata da: ilFattoquotidiano.it

 

 

 

 

 

Nella discussa disciplina dei vitalizi degli ex onorevoli (qui la petizione del Fatto Quotidiano), il Parlamento italiano si è inventato – suo malgrado – un nuovo dettaglio farsesco: il contributo di solidarietà per una Camera sola. Un mese e mezzo fa a Montecitorio il Pd ha fatto approvare un micro taglio sulle super pensioni degli ex deputati, ma in queste settimane si è scordato di fare lo stesso a Palazzo Madama. E non sembra avere nessuna intenzione di risolvere il problema: domani si riunisce finalmente il consiglio di presidenza del Senato ma all’ordine del giorno non è prevista nessuna delibera per equiparare il trattamento degli ex onorevoli.

Per spiegare come si è arrivati a questo punto, serve un passo indietro. Lo scorso 22 marzo si riunisce l’Ufficio di presidenza della Camera. Si deve discutere la proposta del M5S: equiparare il regime previdenziale dei deputati in carica con quello dei lavoratori pubblici e privati (soprattutto in relazione all’età in cui si matura la pensione). Il Pd però ribalta il tavolo: boccia la proposta grillina e fa approvare la delibera della sua deputata Marina Sereni (vicepresidente della Camera): un contributo di solidarietà una tantum della durata di tre anni, per tutte le pensioni degli ex deputati superiori ai 70mila euro (il 10% fino a 80 mila euro, il 20% da 80 mila a 90 mila euro, il 30% per cento da 90 mila a 100 mila euro e il 40% per quelli superiori ai 100 mila euro annui).

 




Nessun commento:

Posta un commento