I #Sondaggi politici di questa metà del mese di aprile vedono ancora in cima il Movimento 5 Stelle. I grillini mantengono un più che discreto margine di vantaggio sul Partito Democratico, che non riesce a colmare il gap. L’andamento dei partiti di Centrodestra è invece altalenante. Non sembra esserci costanza e questo non permette loro di inserirsi nella battaglia per il successo. A seguire vi mostriamo le intenzioni di voto dei cittadini rilevate da EUROMEDIA, TECNÈ e INDEX, con i cambiamenti rispetto alla volta scorsa.

EUROMEDIA: tonfo di Fratelli d’Italia

Il #M5S sale al 28%, incrementando il proprio valore dell’1,6%. Il PD cresce (+0,7%), ma continua a perdere terreno, attestandosi al 26,2%. Rimane stabile al 14% #Forza Italia, mentre Lega Nord fa registrare una flessione (-0,2%), portandosi al 13,5%. Un vero tonfo per FdI-AN (-0,9%), che scende al 4,7% e si deve guardare le spalle dai Democratici e Progressisti, che rimangono fermi al 3% rispetto al mese scorso. In calo anche Sinistra Italiana (-0,7%) e Campo Progressista (-0,5%), rispettivamente quotati al 2,8% e 1,8%. Poco più indietro staziona Alternativa Popolare (1,5%), che subisce una perdita dello 0,5%. Infine, ci sono gli altri con il 4,5%.

TECNÈ: vola il Movimento 5 Stelle

Il movimento di Beppe Grillo ha ingranato la quinta e procede spedito. Infatti, ha guadagnato il 2,5%, salendo al 31,5%. Cerca di tenere il passo il partito di Matteo Renzi (+2%), che sale al 25% dopo aver perso parecchio nel corso delle settimane precedenti. Sia Silvio Berlusconi, che Matteo Salvini, hanno ridotto il loro valore di mezzo punto percentuale (-0,5%) in confronto al mese di marzo, attestandosi rispettivamente al 13% e 12,5%. La medesima flessione si registra per Fratelli d’Italia (5%), SI (1,5%) e CP (1,5%), mentre va decisamente peggio al MDP (4,5%), che perde il 2%. Incrementa AP (+1%), che si issa al 2,5%. A chiudere ci sono gli altri con il 3%.

INDEX: rilancio per Lega Nord

Una situazione decisamente differente si registra per l’ultimo istituto di ricerche, che pubblica settimanalmente i sondaggi elettorali sui partiti. M5S e PD perdono lo 0,2%, scendendo l’uno al 30,9% e l’altro al 25,3%. A crescere sono Forza Italia e Lega Nord, rispettivamente dello 0,2% (12,8%) e dello 0,3% (12,7%). Abbiamo poi FdI-AN al 5% (+0,1%), seguito da Democratici e Progressisti, che si trovano al 3,9% (=). Si procede con il partito di Angelino Alfano al 2,7% e Sinistra Italiana al 2,5%, entrambi stabili rispetto alla tornata precedente. Le altre liste ottengono il 4,2%. Vi invitiamo a seguirci per ricevere altri aggiornamenti a riguardo.