martedì 4 aprile 2017

Partecipazione e trasparenza: così il M5S vuole modificare lo statuto di Roma Capitale per facilitare la democrazia diretta in Comune. I consiglieri pentastellati presenteranno una delibera per introdurre petizione on line, referendum senza quorum per i quesiti comunali e bilancio partecipativo.

 

 

 

Fonte della Notizia ilMattino.it




«È il modo giusto per onorare la memoria di Gianroberto Casaleggio a un anno dalla sua scomparsa», spiega il deputato M5S Riccado Fraccaro. «La democrazia diretta è ferma a Roma da 23 anni: con questa delibera ci sarà una rivoluzione. Vogliamo passare da Mafia Capitale alla capitale della democrazia diretta», ha spiegato il consigliere comunale Angelo Sturni.

Durante la conferenza stampa nella sala del Carroccio c'è stato anche il blitz della sindaca Virginia Raggi che si è seduta in prima fila ad ascoltare. «Le tecnologie sono importanti - ha spiegato l'assessore Flavia Marzano - con questi strumenti si potrà finalmente avvicinare i cittadini alle scelte. Il portale del Comune avrà una parte dedicata alla partecipazione».

«Noi usiamo una piattaforma rivoluzionaria, la Rousseau, e vogliamo avviare - ha concluso  Angelo Sturni - questo modello anche dentro il sito di Roma Capitale, dando la possibilità ai cittadini di esprimersi». «Grazie Gianroberto: il dado è tratto», scrive Raggi sul blog di Beppe Grillo.

Nessun commento:

Posta un commento