CANALE YOUTUBE

martedì 25 aprile 2017

DOVE SONO FINITI I CAPITANI #CORAGGIOSI: IL FALLIMENTO PALESE DEL GOVERNO GENTILONI SU #ALITALIA




ESTRATTO DI NOTIZIA PUBBLICATA DA: REPUBBLICA.IT







ROMA - I lavoratori di Alitalia hanno bocciato con il 67% dei No l'accordo stipulato da azienda e sindacati sul tavolo del governo che avrebbe dato il via a un piano quinquennale fatto di tagli agli stipendi per chi vola (fino a sfiorare il 20%, con una media dell'8%), tagli ai permessi (102 annui), cigs e nuovi assunti con contratto d'ingresso a livello low cost.

In realtà, un progetto che avrebbe puntato a mettere in sicurezza i conti nei prossimi tre anni prima della cessione della compagnia ristrutturata a Lufthansa. Sottoposto a referendum a Roma, Milano e sedi periferiche, l'accordo è stato sonoramente rispedito al mittente dai dipendenti. Con un'affluenza altissima alle urne Alitalia: oltre il 90 per cento degli aventi diritto è andato a votare, per 10.101 dipendenti sugli oltre 11mila. I no sono 6816.

Una chiamata cui ha risposto dunque la quasi totalità del personale viaggiante (1.500 piloti e 3mila assistenti di volo) oltre agli 8mila impiegati e addetti di terra. A Milano (circa 700 no contro poco oltre 150 voti favorevoli, a Malpensa 278 no e 39 sì, a Linate 698 no e 153 sì) e Napoli il "no" ha prevalso nettamente. All'aeroporto di Torino Caselle sui 18 aventi diritto hanno votato in 16, dividendosi tra 9 sì e 7 no. A Roma il colpo finale, con il il no che ha superato la soglia decisiva delle 5.140 schede, ovvero il 50%.

 




Nessun commento:

Posta un commento