CANALE YOUTUBE

mercoledì 12 aprile 2017

Carta Canta " Messina - G7, soltanto interventi provvisori. Nessun investimento per il futuro "


Estratto di Notizia Pubblicata da: http://www.qds.it/

 

 

 





TAORMINA (ME) - Non basterà il G7 per far risorgere il Palazzo dei Congressi di Taormina. A 43 giorni dal mega vertice, ecco la prima certezza legata all’utilità (o inutilità) che avranno in futuro i cantieri nei quali si sta lavorando in funzione dell’evento. Dopo i pesanti ritardi iniziali, Vigili del Fuoco e uomini dell’Aeronautica Militare stanno intervenendo da qualche settimana nell’edificio di piazza Vittorio Emanuele, per fare in modo che la struttura possa aprire in sicurezza come centro logistico del vertice e costituire la prima alternativa al Teatro Antico, nel caso in cui la serata inaugurale del 26 maggio - che prevede l’esibizione dei musicisti della Scala di Milano di fronte ai grandi della Terra - fosse messa a repentaglio da cattive condizioni meteorologiche. Gli interventi in corso sugli impianti elettrici e su quelli idraulici però, non faranno altro che portare l’ennesima agibilità in deroga, come accade da anni.


è stato lo stesso Commissario straordinario per la realizzazione degli interventi - il prefetto Riccardo Carpino - a dichiarare che l’apertura avverrà comunque “previo determinate autorizzazioni”, grazie alla predisposizione di misure precauzionali aggiuntive. Chi pensava che i lavori del G7 potessero finalmente porre le basi per ottenere il Certificato di prevenzione incendi (l’ultimo risale al 2013), dovrà così mettersi l’animo in pace, a cominciare dal sindaco Eligio Giardina, che nei mesi scorsi tranquillizzava sul fatto che finalmente sul Palacongressi sarebbe stata “la volta buona”. Niente da fare. Le condizioni per ottenere il Certificato non ci saranno neanche dopo.


Nessun commento:

Posta un commento