martedì 6 dicembre 2016

La Sicilia Terra Grillina dal referendum Costituzionale il #Pd, il partito che non c'è più



PALERMO - Il segretario si affida al latino, il governatore perde ed è contento, gli assessori tacciono. E ancora, i deputati si leccano le ferite dopo la sconfitta del referendum e qualche politico “influente” suggerisce un dubbio: davvero non conta più nulla o è stata solo una recita? Di sicuro c'è che il Partito democratico in Sicilia non esiste più. Si è sciolto, svanito come l'immagine di una rottamazione trasformatasi nella ricerca dell'usato sicuro. E che brinda, dopo il referendum, solo nella sua "minoranza" che ha imboccato la strada giusta, quella del No. E rappresentata, tra gli altri, dall'ex governatore Angelo Capodicasa e dai deputati regionali Pino Apprendi e Mariella Maggio, oltre a un gruppo di militanti scontenti o legati storicamente alla Cgil. Anche il sindacato che una volta era linfa del partito, ha scelto di votare No.








Nessun commento:

Posta un commento