mercoledì 7 dicembre 2016

Game Over MPS " Ma si tergiversa per scaricare onere del salvataggio sul nuovo governo Renzi "


sommario di notizia del Fattoquotifiano



A chi resterà in mano il cerino Mps? Dopo aver perso mesi nel vano tentativo di trovare una “soluzione di mercato” alla crisi dell’istituto senese, ora il gioco sembra diventato quello di guadagnare tempo per non assumersi le responsabilità politiche di questo disastro, scaricando sul prossimo governo l’onere dell’intervento. Già venerdì 2 dicembre – prima ancora che aprissero i seggi elettorali – era evidente che l’operazione di conversione dei bond subordinati in azioni MontePaschi era andata male, ma è stata scelta la strada di non dare le cifre del disastro limitandosi a dire che le adesioni avevano “superato la soglia di un miliardo di euro”. Alla chetichella, nella notte tra lunedì 5 e martedì 6 dicembre, la banca ha poi diffuso il comunicato con il dato definitivo: le adesioni si sono fermate a 1 miliardo 28 milioni e qualche spicciolo, addirittura meno del dato utilizzato (1,043 miliardi) per redigere i bilanci pro forma allegati al prospetto informativo.




Nessun commento:

Posta un commento