mercoledì 30 novembre 2016

SVELATA LA VERITÀ SUL GOVERNO RENZI " LEGGETE E CONDIVIDETE "















GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

News: Referendum, "Tutte le bugie di Renzi" Il costituzionalista Marini ad Affari








GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

Renzi Prepara le valigie il 5 dicembre Schiodi #RenzivaiaCasa




di Luigi Di Maio

Venerdì 2 dicembre in piazza San Carlo a Torino alle 17 con Beppe Grillo, tutti i portavoce del Movimento 5 Stelle e gli attivisti ci vedremo per chiudere la campagna referendaria. È un momento importantissimo, ci saranno tanti artisti come Cristiano De André e tanti altri che vorranno testimoniare il loro NO a questa riforma che ci toglie un diritto, quello di votare il Senato, e gli da un altro privilegio: l'immunità parlamentare.
Per salvare la poltrona ad una classe politica che sta morendo, faranno piombare il paese nel caos, e per questo dobbiamo bloccarla con un NO. Ci vediamo tutti a Torino, vi aspetto, ci sarò anch'io.

 

 

 

News: Condanne e Archiviazioni: due anni di sfida su #MafiaCapitale











GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

IO VOTO #NO QUESTA LA LETTERA DEL GOVERNO RENZI SUL REFERENDUM GUARDATE CHE OPUSCOLO CHE VI ARRIVERÀ INCREDIBILE

RENZI INVIA MILIONI DI LETTERE E CE LE FA SPEDIRE DALL'UOMO DEGLI AFFARI DI PAPÀ





GUARDA IL VIDEO 











http://www.giornalone.it/prima_pagina_il_fatto_quotidiano/






VIDEO:DAL CAMPIDOGLIO I PIDDINI ROSICANO MOLTO " SI A MOZIONE PER IL NO "

ITALIANI QUESTO È IL GOVERNO RENZI " MAX CONDIVISIONE "









GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

VIDEO: MICHELE EMILIANO " SBUGIARDA GOVERNO RENZI NON HA STANZIATO NULLA "

martedì 29 novembre 2016

VIDEO: M5S FA I FATTI " GLI ALTRI RACCONTANO SOLO LE FAVOLETTE "




SI CAMBIA. ECCO IL NUOVO PIANO PER LA DIFFERENZIATA A ROMA

Abbiamo avviato un nuovo corso e una nuova stagione per Ama che segna una netta discontinuità con il passato. Una svolta per Roma che si fonda su tre assi: ripristino del servizio di ritiro a domicilio per gli ingombranti che partirà il primo dicembre con un numero telefonico dedicato; progettazione di nuove isole ecologiche, collocate perlopiù in periferia e in quei quartieri che ne erano sprovvisti; un piano articolato per garantire, nell’arco di un anno, lo sviluppo a 360 gradi della raccolta differenziata presso le utenze non domestiche (ristoranti, bar, negozi).

È la prima volta che un’amministrazione capitolina mette a punto un piano così articolato e dettagliato. Sarà questo il nostro strumento principale per abbattere l’indifferenziata, che ha sempre costituito terreno fertile per il malaffare e infiltrazioni di ogni genere. Allo stesso tempo garantiremo così la piena adesione a una delle nostre principali linee programmatiche, dimostrando ancora una volta di lavorare duramente per rispettare gli impegni presi con i nostri cittadini.

 

 

 

Video: Caso Ilva Francesco Boccia Sbugiarda Matteo Renzi sui 50 Milioni per Taranto

A TITOLO PERSONALE CHIEDO VOTAZIONE ONLINE PER L'ESPULSIONE IMMEDIATA DAL #M5S















GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

lunedì 28 novembre 2016

OLTRE 80 MILIONI DI RAGIONI PER DIRE NO ! Restitution Day da Firenze.In diretta Live







 OLTRE 80 MILIONI DI RAGIONI PER DIRE NO ! Restitution Day da Firenze.In diretta Live




M5S FA SEMPRE I FATTI " OGGI IL RESTITUTION DAY A FIRENZE "




#M5S #RESTITUTION: oggi saremo a Firenze per il Restitution Day. Il M5S ha rinunciato e restituito tra Parlamento italiano, Parlamento Europeo, Regioni in questi anni 80 milioni di euro lasciati allo Stato e restituiti ai cittadini tramite il fondo per il #microcredito che ad oggi ha aiutato oltre 3.000 piccole imprese. Questi sono fatti non le false promesse della schiforma Renzi-Verdini che fronte di 0,83 centesimi di risparmio annuo elimina il diritto dei cittadini di eleggere i senatori e tappa la bocca ai cittadini e i territori su temi ambientali ed energetici.




SVELATO IL BLUFF DEL GOVERNO RENZI " CARTA CANTA "



Il ragionamento di Renzi e del Pd, dopo che la Consulta ha bocciato una parte consistente della legge Madia, è molto semplice: è la prova che il Paese è bloccato. E per sbloccare il Paese bisogna votare Sì al referendum. Le cose, però, non stanno così. L’incostituzionalità della riforma della Pubblica amministrazione, infatti, nulla ha a che vedere con i cambiamenti che verrebbero introdotti in caso di vittoria del fronte governativo il prossimo 4 dicembre. A spiegarlo bene è il costituzionalista Massimo Villone. Per lui quella di Renzi e dei rappresentanti del governo altro non è che “pubblicità ingannevole per il Sì”

 

 

FONTE

ITALIANI IL 4 DICEMBRE VOTATE #NO " MANDIAMO A CASA RENZI " #RT



SALVE A TUTTI I MIEI LETTORI:


VI CHIEDO DI CONDIVIDERE QUESTO POST SULLE VOSTRE BACHECHE SOCIAL SE VOTERETE #NO AL REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 4 DICEMBRE !! IO VOTERÒ #NO " NON MI FACCIO FREGARE DAL GOVERNO RENZI E DAL PD "

VIDEO CENSURATO DAI MEDIA E TV " CITTADINI CONTRO RENZI "


 

 

PER FARE PARTIRE IL VIDEO BASTA CLICCARE SULLA FOTO DI FACEBOOK IN ALTO

 

A Roma sfila il corteo “Cacciamo Renzi” contro la riforma della Costituzione. In piazza le realtà della sinistra: dai movimenti di lotta per la casa, ai sindacati di base fino ai No Tav. “Il progetto del governo cancella le volontà dei territori – dice una signora di professione medico a proposito delle modifiche del titolo V – Il rischio è di trovarsi trivelle e inceneritori in cortile”

 

 

 

RENZI ALLA CANNA DEL GAS " SA CHE IL 4 DICEMBRE GLI ITALIANI LO MANDERANNO A CASA "











A una settimana dal referendum, il premier-segretario non sa più a cosa aggrapparsi

 

Proseguendo nell’occupazione catodica senza limiti, Matteo Renzi ieri s’è fatto intervistare anche da Barbara D’Urso e qui ha cercato di impaurire gli italiani con il possibile ritorno di un governo tecnico in caso di vittoria del No. Senza però ricordare che i governi tecnici, ad iniziare da quello nefasto di Mario Monti, proprio il suo Pd li ha voluti e coccolati.

Tornando all’intervista alla Barbara nazional-popolare, Renzi ha detto tra l’altro:  "Io non sto a vivacchiare e galleggiare nei giochini. Io non sono come tanti . Il governo tecnico non lo posso scongiurare io, lo dovete scongiurare voi con il Sì'. 

Poi, cercando ancora una volta di fare il simpaticone, il premier-segretario Pd ha aggiunto: "Questa settimana faremo il kit anti-bufale, ne hanno dette tante, le abbiamo raccolte e le distribuiremo". 

E’ chiaro che, se dovessero metterci anche le bufale fatte in casa, a quelli del Sì non basterebbe il kit più grande della storia.

Sui temi referendari è tornato anche Silvio Berlusconi.  "Io spero che gli italiani capiscano che questa riforma è contro la democrazia. Bisogna abrogarla per dare vita ad un'altra nuova riforma che cambi le cose - ha detto all'ANSA all'uscita dall'ospedale San Raffaele, dove ha fatto alcuni controlli medici -. Ma in meglio, e non in peggio come fa questa".

Anche la Lega ripete, tramite Umberto Bossi, che al referendum costituzionale "bisogna votare No". E "penso che arriverà una valanga di No, che asfalterà Renzi”. Ma, parlando coi giornalisti a Varese, durante la festa per i 30 anni della prima sede della Lega, il presidente del Carroccio, ha sparato alzo zero contro il suo successore nel partito: "Rischia di cambiare la Lega? No, rischia di cambiare il segretario, la base non vuole più Salvini, non vuole più uno che ogni giorno parla di un partito nazionale".

Proseguendo nell’occupazione catodica senza limiti, Matteo Renzi ieri s’è fatto intervistare anche da Barbara D’Urso e qui ha cercato di impaurire gli italiani con il possibile ritorno di un governo tecnico in caso di vittoria del No. Senza però ricordare che i governi tecnici, ad iniziare da quello nefasto di Mario Monti, proprio il suo Pd li ha voluti e coccolati.Tornando all’intervista alla Barbara nazional-popolare, Renzi ha detto tra l’altro:  "Io non sto a vivacchiare e galleggiare nei giochini. Io non sono come tanti . Il governo tecnico non lo posso scongiurare io, lo dovete scongiurare voi con il Sì'. Poi, cercando ancora una volta di fare il simpaticone, il premier-segretario Pd ha aggiunto: "Questa settimana faremo il kit anti-bufale, ne hanno dette tante, le abbiamo raccolte e le distribuiremo". E’ chiaro che, se dovessero metterci anche le bufale fatte in casa, a quelli del Sì non basterebbe il kit più grande della storia.


Sui temi referendari è tornato anche Silvio Berlusconi.  "Io spero che gli italiani capiscano che questa riforma è contro la democrazia. Bisogna abrogarla per dare vita ad un'altra nuova riforma che cambi le cose - ha detto all'ANSA all'uscita dall'ospedale San Raffaele, dove ha fatto alcuni controlli medici -. Ma in meglio, e non in peggio come fa questa".

Anche la Lega ripete, tramite Umberto Bossi, che al referendum costituzionale "bisogna votare No". E "penso che arriverà una valanga di No, che asfalterà Renzi”. Ma, parlando coi giornalisti a Varese, durante la festa per i 30 anni della prima sede della Lega, il presidente del Carroccio, ha sparato alzo zero contro il suo successore nel partito: "Rischia di cambiare la Lega? No, rischia di cambiare il segretario, la base non vuole più Salvini, non vuole più uno che ogni giorno parla di un partito nazionale".

domenica 27 novembre 2016

news: Grande affluenza ai banchetti #piddini per il Sì. Ora a Pescara (Foto)



news: Grande affluenza ai banchetti #piddini per il Sì. Ora a Pescara (Foto)

GLI ITALIANI HANNO DECISO " RENZI VA A CASA IL 4 DICEMBRE "










GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

sabato 26 novembre 2016

ITALIANI VI PREGO GUARDATE QUESTO VIDEO " ECCO PERCHÉ IL 4 DICEMBRE TI CHIEDO DI VOTARE #NO "

 

 

 

 

ITALIANI VI PREGO GUARDATE QUESTO VIDEO " ECCO PERCHÉ  IL 4 DICEMBRE TI CHIEDO DI VOTARE #NO "




ITALIANI LEGGETE COSA DICE FERDINANDO IMPOSIMATO 4 DICEMBRE VOTA NO!






#IoDicoNo. #IMPOSIMATO: “Questa operazione di stravolgimento della #Costituzione è iniziata nel 1969 quando si propose, attraverso il piano di Rinascita Democratica, il modello che era stato elaborato da Gelli, il quale a sua volta lo aveva ricevuto da altri che volevano imporlo all’Italia. La Costituzione è riuscita a difendersi e questo progetto di repubblica presidenziale è sicuramente contenuto in questa riforma del governo. C’è un’assoluta contiguità tra questa riforma e il piano di Rinascita Democratica della P2. Hanno gli stessi obiettivi."
ORA STA A NOI DIFENDERE LA CARTA DA QUESTI ATTACCHI. Il 4 DICEMBRE VOTA NO!

Info qui: http://m.huffpost.com/it/entry/13225180?

 

 

 

ALLARME POVERTÀ INFANTILE IN ITALIA " LA DIFFERENZA PUÒ FARLA IL REDDITO DI CITTADINANZA DEL #M5S






FONTE



Dati scioccanti arrivano dall'aggiornamento OCSE sulle disuguaglianze di reddito pubblicati oggi, dove risulta che in Italia 1 bambino su 5 è indigente, ovvero, il 17,7%. Ma anche i dati relativi alle altre categorie non sono migliori: è povero il 16% dei giovani tra i 18-25 anni, il 13% degli adulti, il 9,3% degli anziani e l'11,5% dei lavoratori.

Sono numeri allarmanti che dovrebbero scandalizzare persino l'attuale Presidente del Consiglio che continua, però, a non voler affrontare il problema della povertà in modo serio e responsabile.

Secondo l'OCSE anche la povertà relativa è in aumento posto che passa dall'11,9% del 2007 al 13,3% del 2014. Segno, quest'ultimo che dimostra le difficoltà delle famiglie a risollevarsi dalla crisi.

Non è più tollerabile che il governo e la maggioranza continuino a fare demagogia sul tema, destinando briciole e proponendo misure che non risolvono in alcun modo la problematica quando invece, come risaputo, in Senato c'è un ddl davvero efficace e risolutivo.

Il disegno di legge sul reddito di cittadinanza, a prima firma Nunzia Catalfo, infatti, come ha più volte confermato l'ISTAT serve proprio ad azzerare la povertà più grave mettendo in salvo non solo le tante famiglie che sono a rischio povertà, ma anche i bambini citati oggi dall'OCSE.

Questa settimana, il governo e la maggioranza potevano dare un segnale forte e contribuire ad approvare l'emendamento che era stato presentato dal Movimento 5 Stelle alla legge di bilancio sul reddito di cittadinanza, che godeva di tutte le coperture necessarie (certificate espressamente dalla Commissione Bilancio e non contestate in alcun modo dal governo). Ma girando le spalle ai più deboli, hanno preferito bocciarlo.

E' arrivata l'ora che sia il governo che la maggioranza la smettano di prendere in giro gli italiani, e si prendano le proprie responsabilità, riconoscendo una volta per tutte che i poveri e le famiglie in difficoltà, a loro, importano ben poco.

Ho sentito ciò che ha detto Chiara Appendino e mi ha commosso molto. Sentitelo anche voi (Video)


 

 

 

Ieri presa dalle corse di tutti i giorni, sempre più densi e concentrati mi sono dimenticata di fermarmi a pensare che era la Giornata contro la Violenza sulle Donne.
Una giornata che tutti vorremmo non ci fosse più, che ci ricorda che la violenza è la maggiore causa di morte per le donne.
Abbiamo l'obbligo di fare in modo che la cultura che facciamo crescere nel nostro paese, come donne madri amministratori, azzeri questa strage.
Ho sentito ciò che ha detto Chiara Appendino e mi ha commosso molto. Sentitelo anche voi.

 

 

 

NEWS: DILETTANTI ALLO SBARAGLIO

venerdì 25 novembre 2016

QUESTO È IL GOVERNO RENZI " ITALIANI IL 4 DICEMBRE MANDALI A CASA " VOTA #NO






SOMMARIO DI NOTIZIA DEL FATTOQUOTIDIANO

 

 



Quei 50 milioni servivano per finanziare l’assunzione di medici, l’acquisto di attrezzature sanitarie, le riconversioni ospedaliere. Tutto per i bambini di Taranto avvelenati dai fumi dell’Ilva. La deroga nella legge di Bilancio era stata promessa dal sottosegretario De Vincenti, con la benedizione della ministra Lorenzin. Il presidente della commissione Bilancio Francesco Boccia: “Senza alcuna spiegazione. Ne chiederò conto e non farò sconti a nessuno”. Il segretario dem tarantino: “Sospendiamo le iniziative in favore del Sì”. Emiliano: “L’esecutivo può cambiare idea solo se ognuno di noi sosterrà questa battaglia”  di Andrea Tundo

Video: Domani 26 novembre 2016 Tutti a Roma per cambiare veramente il Paese #IoDicoNo




di Luigi Di Maio



Sabato 26 novembre, domani, saremo tutti quanti in strada: parlamentari, consiglieri regionali del Movimento, consiglieri comunali, sindaci, cittadini, attivisti, cammineremo per le strade di Roma per ricordare agli italiani che il 4 dicembre bisogna votare NO.
Durante il cammino per la costituzione che faremo domani, portate con voi un simbolo tricolore, una fascia tricolore, un braccialetto tricolore. Ognuno di noi deve sentirsi responsabilizzato, in questo referendum, nel cambiamento del Paese. Anche perché questo è un referendum senza quorum, e ogni cittadino potrà essere determinante per per la vittoria del NO. Quindi andiamo a votare, e portiamo a votare più persone possibili, per far vincere i cittadini che vogliono veramente cambiare questo paese.

 

 

 

VIDEO: ECCO PERCHÉ ITALIANI DOVETE VOTARE #NO







 ECCO PERCHÉ ITALIANI DOVETE VOTARE #NO ASCOLTATE LUIGI DI MAIO





NOTIZIA POLITICA DEL GIORNO!! MAX CONDIVISIONE E DIFFUSIONE







GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA TRA NOVE GIORNI " GLI ITALIANI AL REFERENDUM COSTITUZIONALE MANDERANNO A CASA RENZI "








di MoVimento 5 Stelle



Il 4 dicembre sarà una data importante per l’Italia. Si vota per la riforma costituzionale voluta da Renzi/Boschi e il plurindagato Verdini. Ci stanno raccontando tante cose su questo voto. Il governo spende 3 milioni di euro di campagna di comunicazione per il sì. E Renzi spende 4 milioni di euro per spedire lettere di propaganda agli italiani all’estero. Pensate se questi soldi fossero stati usati per la sanità o per l’edilizia scolastica… ma questa è un’altra storia.
Una delle cose che raccontano è che questa riforma fa risparmiare perché abolisce il Senato. Falso! Il Senato resta lì dov’è. Solo che non avrai più il diritto di votarlo. I nuovi senatori verranno nominati direttamente dalle segreterie dei partiti
E il risparmio? In effetti c’è... 90 centesimi a italiano all’anno!. Con le nostre proposte di dimezzare il numero dei parlamentari e i loro stipendi avremmo risparmiato circa 170milioni di € ma il Pd ha votato contro!

ITALIANI CHIEDETEVI COME MAI IL GOVERNO RENZI " BOCCIA IL REDDITO DI CITTADINANZA DEL M5S? "

VIDEO CENSURATO DAI MEDIA E TV " QUESTO È IL PARTITO DEMOCRATICO PARLANO GLI ESPULSI "

giovedì 24 novembre 2016

IL MOVIMENTO 5 STELLE PRETENDE LE SCUSE " DAL GOVERNO RENZI E DALLA STAMPA.IT "




FONTE




Beatrice Di Maio, che secondo la teoria complottista de La Stampa - ripresa da tutti i tg, anche RAI, e i giornali e sposata dal pd - è l'account chiave della cyber propaganda pro M5S, non è nè un ghost, né un fake, né un troll, né un algoritmo, né antani con lo scappellamento a destra. E' lo pseudonimo dietro cui si cela Tommasa Giovannoni Ottaviani detta Titti, moglie di Renato Brunetta (lo ha scoperto Franco Bechis). Una figura del menga di queste proporzioni era difficile da immaginare. Hanno parlato di cyberfango, il Pd ha sprecato soldi pubblici con un'interrogazione parlando di "una macchina del fango automatizzata per colpire il PD" per chiedere se Di Battista o Di Maio ne fossero a conoscenza. Altri hanno parlato persino di "hacker russi filo M5S". Le comiche! Oggi nessuno di loro twitta più. Tutti a parlare di fake news e di come la gente sui social sia stupida e creda a tutto. Ma vi siete visti? Vi siete bevuti la fake news della Stampa come i bambini che credono alla storia di Babbo Natale. Ci aspettiamo le scuse di tutti. Tutti. Questa campagna diffamatoria contro il MoVimento 5 Stelle deve finire una volta per tutte. L’articolo de La Stampa con scritto "La procura indaga" e foto di Beppe Grillo e Davide Casaleggio, è l’emblema di una campagna che va avanti da mesi. Un appello a La Stampa che all'autore ha pure dato un premio per quell'articolo delirante e falso: basta far scrivere giornalisti mossi solo da risentimento e astio, che non fanno verifiche, che scrivono vere e proprie bufale spacciate per inchieste solo per screditare una forza politica. Il posto per queste persone è la cronaca delle partite dei pulcini, se proprio volete pagargli uno stipendio. Un altro appello va alla FNSI e all’Ordine nazionale dei Giornalisti: non è più sostenibile che un personaggio del genere utilizzi La Stampa (giornale autorevole fino a qualche anno fa) per denigrare quotidianamente la prima forza politica del Paese.

CONDIVIDO AL 100% " CHIEDO DI CONDIVIDERE "





 Condivido questo pensiero al 100% vi chiedo di condividerlo!!


ITALIANI " IL 4 DICEMBRE AL REFERENDUM COSTITUZIONALE VOTATE #NO "

NEWS: COMPLOTTO CONTRO I 5 STELLE SULLE FIRME FALSE " CARTA CANTA "


FONTE





Bastava prendere il calendario  per capire quando sarebbe scoppiato un nuovo scandalo contro il Movimento 5 Stelle. E la previsione, bollata come complottista dai soliti benpensanti, è stata rispettata: prima del 4 dicembre è arrivata l’inchiesta sulle firme false, prima a Palermo e poi a Bologna. Ovviamente con tanto di articoli e servizi televisivi rilanciati a reti unificate, puntando l’indice contro il M5S.

SOSPETTI
In assenza di nuove colate di fango nei confronti della sindaca di Roma, Virginia Raggi, serviva un altro assist perfetto alla propaganda del Pd renziano. Una macchina preoccupata dagli ultimi sondaggi pubblicati e in evidente affanno per gli strafalcioni del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.  I sospetti sulla tempistica si rafforzano di fronte a un dato, anzi una data, inconfutabile: le indagini a Bologna sono state avviate in seguito a un esposto depositato da due ex militanti grillini il 27 ottobre 2014. Da allora sono passati oltre due anni senza che la vicenda emergesse. Insomma, sembrava una delle tante segnalazioni lasciate in un cassetto della Procura senza ulteriori riscontri. E invece è arrivato il colpo di scena: a poco più di una settimana dal referendum sulla riforma vengono diffuse le notizie delle indagini sul conto anche di Marco Piazza, volto noto del M5S bolognese e vicepresidente del consiglio comunale della città.  Il diretto interessato, come capita spesso con la Giustizia italiana, non era a conoscenza della situazione: “Ho appreso dalla stampa la mia iscrizione nel registo degli indagati. Quindi vi ringrazio per il servizio che fate, speravo che ci fosse una procedura più formale. Invece apprendo che in Italia si viene a sapere di essere indagati dai giornalisti”.

NIENTE GARANTISMO
I fedelissimi del premier si sono subito lanciati all’attacco all’arma bianca, omettendo anche i basilari principi di garantismo. Certo, la magistratura dovrà fare chiarezza sulle irregolarità. Ma al momento ci sono appena dieci indagati che devono essere ascoltati dagli inquirenti. Invece se si leggono le dichiarazioni dei parlamentari dem sembra che sia già stata emessa una sentenza di condanna in via definitiva per i deputati pentastellati, e Claudia Mannino, e gli altri iscritti nel registro degli indagati.  “Quattro indagati per le firme false a Bologna, sommati con quelli di Palermo sono dodici. Allora è un metodo, si chiama Grillopoli”, ha sostenuto la vice capogruppo democratica del Pd alla Camera, Alessia Morani. L’accerchiamento è stato completato dal componente della segreteria dem, Emanuele Fiano: “Grillo, Di Maio e Di Battista se ne lavano le mani e stanno zitti dopo aver raccontato la balla che a Palermo si trattava solo di un errore di copiatura, mentre le firme erano false. Cosa diranno su Bologna?”. Del resto nemmeno questo sorprende molto: il centrosinistra ha sempre saputo sfruttare la giustizia a orologeria, facendo a pezzi il garantismo. Salvo invocarlo quando le indagini riguardano esponenti dem…

CLAMOROSA FIGURACCIA DEL #PD CHE AVEVA ATTACCO M5S DI CYBER FANGO






CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALE " BUONA LETTURA "

A rivelarlo è lei stessa, Tommasa Giovannoni Ottaviani detta Titti, in un'intervista a Libero. Il sottosegretario Luca Lotti ha denunciato per diffamazione il titolare dell'account e il capogruppo Pd in commissione Affari costituzionali, Emanuele Fiano, ha presentato un'interrogazione in cui ventilava l'esistenza di una "macchina del fango automatizzata" con "il compito di diffamare il Pd"

 

 

 



SOMMARIO DI NOTIZIA:

ITALIANI ADESSO SAPETE CHE IL PARTITO DEMOCRATICO " È IL PARTITO DELLE CLIENTELE CARTA CANTA"



SOMMARIO DI NOTIZIA DEL FATTOQUOTIDIANO: CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALE

 

 

 

GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

L'INCIUCIO TRA BERLUSCONI E RENZI " PRONTO IL NAZARENO BIS 2.0 "




CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALE " BUONA LETTURA FONTE








GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

mercoledì 23 novembre 2016

Venerdì verrà votato online il collegio dei probiviri, organo di garanzia del Movimento 5 Stelle previsto dal regolamento approvato online






di MoVimento 5 Stelle

Venerdì verrà votato online il collegio dei probiviri, organo di garanzia del Movimento 5 Stelle previsto dal regolamento approvato online dalla stragrande maggioranza degli iscritti, che ha facoltà di disporre la sospensione cautelare dell’iscritto. Nel MoVimento chi sbaglia va via, senza sconti. Siamo gli unici a farlo. Negli altri partiti, su tutti il Pd, l'abbruttimento, le falsità, le condanne, gli sprechi di denaro pubblico sono la chiave per fare carriera politica. De Luca potrebbe essere nominato capo assoluto della Sanità in Campania dopo le sue parole sulle clientele per il voto al Sì al referendum e le ripetute minacce di morte a chi lo critica. Nella vicenda delle firme false del Piemonte 9 piddini hanno patteggiato ammettendo dunque di aver falsificato degli atti pubblici e nessuno è stato sanzionato; uno di loro è addirittura consigliere regionale, i vertici del partito non hanno fiatato e Chiamparino è presidente della Regione grazie a una falsificazione piddina: uno scandalo su cui tutti i media tacciono. Tutti scandali su cui i giornali e i telegiornali di regime non informano i cittadini. Per un episodio tutto da chiarire su una decina di firme a Bologna e per quello di Palermo in cui coloro a cui è stato notificata l'indagine si sono già autosospesi così come faranno gli altri che dovessero venirne a conoscenza, il MoVimento viene passato ai raggi x, fioccano le inchieste sui giornali e i tg scatenano gli opinionisti. Due pesi e due misure. Se usassero con loro lo stesso metro che usano con noi, il MoVimento sarebbe al 60%. Anche qualcuno di noi a volte sbaglia, ma state sicuri che pagherà, come sempre è accaduto e come sempre accadrà. Di seguito riportiamo il comunicato del consigliere di Bologna Marco Piazza in seguito alle vicende di oggi.

di Marco Piazza

Ho appreso poche ore fa dalla stampa di essere iscritto nel registro degli indagati per la raccolta firme del 2014.
Vi dico quello che so e che ho detto anche ai giornalisti.
Al momento nessuno mi ha notificato nulla, nemmeno gli avvocati del Movimento sanno qualcosa, non sono stato identificato, non mi hanno chiamato a testimoniare e nemmeno so su cosa stiano indagando.
Appena saprò cosa mi contestano ve lo dirò nella massima trasparenza.
Ho fatto anche richiesta del 335.
Sapevamo dal 2014 che c’era un esposto fatto da un gruppo di attivisti del M5S da sempre molto critici. Avendo la coscienza a posto sono stati immediatamente querelati.
Sapevamo che questo esposto aveva generato un’indagine per cui venivano chiamate le persone che avevano sottoscritto la lista delle regionali.
Non sapevamo su cosa stessero indagando dato che il procedimento era iscritto contro ignoti.
Se avessi avuto dubbi sul mio operato non mi sarei assolutamente mai candidato quest’anno a portavoce in Consiglio Comunale.
Ho raccolto centinaia di firme a Bologna come sempre faccio con massima scrupolosità e grande attenzione alle regole che conosco ormai a memoria.
Non ho mai falsificato firme, né ho mai eseguito ricopiature di nessun genere.
Non avevamo nessun motivo di ricorrere a qualunque tipo di sotterfugi avendo raccolto molte più firme di quelle necessarie.
Abbiamo consegnato centinaia di firme in più del minimo richiesto e altre centinaia non le abbiamo nemmeno consegnate.
Se la procura confermerà la notizia di stampa della mia iscrizione e deciderà di chiamarmi sono ovviamente a totale disposizione per chiarire la vicenda. Se fossi stato a conoscenza di moduli irregolari non avrei avuto nessun problema a sostituirli con uno dei tantissimi altri che avevamo a disposizione (e tuttora conserviamo).
Ringrazio delle tantissime espressioni di stima e solidarietà che mi sono arrivate sia dall’interno che da altre forze politiche. Il rispetto dell’avversario testimonia più che mai la serietà che mi viene riconosciuta.
Il Movimento viene comunque prima di tutto: qualora la procura confermasse le notizie di stampa e mi arrivasse un avviso di garanzia mi autosospenderò immediatamente in attesa di chiarire la vicenda. Questa brutta esperienza che sto vivendo, deve essere l’occasione per ribadire la nostra trasparenza e serietà in ogni momento.

TUTTE LE TAPPE DEL TRENO TOUR #IODICONO

Video pirata! M5S scova un altro lobbista appostato in Parlamento



Fonte




GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

 

 

 

NEWS: #IODICONO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE SCRITTA DAL #PD





Dire NO alla #riforma #costituzionale vuol dire proteggere i diritti conquistati duramente. Ne parliamo insieme venerdì 25 novembre a #Rosolini a partire dalla 17.30 al Cineteatro Santa Caterina con Nicola Morra e Giancarlo Cancelleri. Vi aspetto!




IL GOVERNO HA BOCCIATO L'EMENDAMENTO M5S PER ASSUMERE MIGLIAIA DI MEDICI, INFERMIERI, OSS E TECNICI DELLA SANITÀ. TUTTAPPOSTU! (VIDEO)


FONTE

 

 

Il governo Renzi viola consapevolmente la direttiva europea sui turni e riposi obbligatori in sanità, in virtù della quale vanno assunte almeno 20mila figure professionali. Ieri in commissione Bilancio è stato bocciato un nostro emendamento, a mia prima firma, che innalzando le risorse a 750 milioni di euro contro i miseri 150 previsti dall'esecutivo, avrebbe consentito di aggiungere 6mila unità di personale medico, paramedico e tecnico-professionale.
Dopo la tappa ad Avellino, ero tornata a Roma da #iodicono TreNO Tour proprio per discutere l'emendamento in commissione Bilancio. Naturalmente, la bocciatura dell'emendamento è avvenuta senza entrare nel merito della questione, come di prassi fanno i tuttappostisti del governo Renzi.
Il problema più grave del servizio sanitario è l'enorme carenza di personale. Ma c'è una legge, in vigore dal 25 novembre 2015, che nella sanità obbliga al rispetto degli orari di lavoro stabiliti dall'Unione europea nel lontanissimo 2003. Il personale sanitario non può lavorare senza interruzioni, perché ciò mette in pericolo la vita dei pazienti e la salute degli operatori.
Il Movimento 5 stelle ha acquisito per conto proprio i dati sul fabbisogno di personale che le Regioni dovevano, per legge, comunicare agli organismi ministeriali. Dal canto suo, il ministro della Salute non ha ancora reso pubblici i dati che ha il Ministero, né li ha voluti fornire ai parlamentari 5 stelle, benché richiesti con interrogazioni e accesso formale.
La verità è dunque una. Il governo sta nascondendo quei dati per non colmare la carenza di personale che abbiamo denunciato con cognizione. Il governo, inoltre, sta usando leggi e burocrazia per aggirare l'infrazione dall'Europa, che dal 2003 ci chiede di assumere per non fare danni o stragi in sanità. Le regioni meridionali saranno le più colpite da questo teatro, soprattutto la Calabria.

 

 

 

MI RIVOLGO AL MIO POSTINO " #RETWEET "

Il Movimento 5 Stelle presenta un esposto prospettando per l’esponente Pd lo scambio politico-mafioso Il governatore minimizza le parole ai sindaci, ma non dice chi è il primo cittadino di Agropoli (indagato)








GENTILE LETTORE GRAZIE ALLA NORMA DEL CYBERBULLISMO CHE IO HO RINOMINATO NORMA AMMAZZA BLOG. NON POSSO FARE NOMI CITATI IN QUESTO ARTICOLO,MA  SE VUOI APPROFONDIRE QUESTA NOTIZIA TI INVITO A CLICCARE SUL LINK IN ALTO " TI AUGURO UNA BUONA LETTURA "

Video: Firme false M5s a Palermo, Parla il Deputato Palermitano Villarosa

martedì 22 novembre 2016

A TUTTI I CITTADINI ITALIANI - ANCHE QUELLI ALL'ESTERO " IL 4 DICEMBRE VOTATE #NO " (VIDEO)




di Paola Taverna


Questo alle mie spalle è il Senato della Repubblica, della Repubblica Italiana, vedete lassù la bandiera? Questa è ancora la casa dei cittadini, perché chi c'è dentro lo avete eletto voi. Questo potrebbe non accadere più se dovesse passare questa riforma. Quindi vi chiediamo di cominciare a prendervi i vostri doveri, e il vostro dovere è quello di proteggere quei 10 metri quadri di questo Paese che vi appartengono. E' per questo che vi aspettiamo il 26 novembre alle 13,30 a San Paolo Fuori le Mura, con un braccialino, con una piccola bandiera della Repubblica italiana. Perché ognuno di voi si deve sentire sindaco di questo Paese. Vi aspettiamo per una passeggiata pacifica che faccia ricordare a tutti quanto teniamo alla nostra Costituzione e al Paese Italia.