giovedì 30 giugno 2016

Questo Video non lo vedrete mai nei TG Nazionali, il Sindaco Chiara Appendino annuncia: “Taglio spese del 30% per staff, giunta e dirigenti fiduciari”


 

 

 

 

Fonte





Ha “marciato” sul Comune con amici e collaboratori. Questa mattina Chiara Appendino (M5S) è stata proclamata sindaca, ad attenderla in a Palazzo Civico c’erano attivisti e consiglieri eletti. “Una delle prime delibere sarà il taglio del 30% di spese per staff, giunta e dirigenti fiduciari” ha detto la Appendino nel suo discorso d’insediamento. Gelo tra le mura del Municipio. La giunta 5stelle verrà presentata questo pomeriggio: 11 assessori, 6 donne e 5 uomini

 

 

 

LA NOTIZIA DEL GIORNO RIGUARDA IL PARTITO DEMOCRATICO

In Diretta da Roma, nella chiesa degli Artisti il funerale di Bud Spencer





In Diretta da Roma, nella chiesa degli Artisti il funerale di Bud Spencer 

 

RENZI CI RIPROVA AVVIATE TRATTATIVE PER #INCIUCIO " SCOPO FREGARE I 5 STELLE "

L'UNICO CHE DIFENDE IL MADE IN ITALY È IL MOVIMENTO 5 STELLE (VIDEO)










Il Governo Renzi e tutto il Pd si confermano ancora una volta nemici del made in Italy.

Oggi hanno bocciato due emendamenti del M5S che obbligavano ad indicare nell’etichetta dell’olio d’oliva italiano la data di scadenza e quella d’imbottigliamento.

Dopo l’invasione dell’olio tunisino, ecco un nuovo colpo mortale del Pd al nostro ‘oro verde’! Vergogna!
— con Francesco Cariello, Giuseppe L'Abbate - Cittadino a 5 Stelle, Filippo Gallinella e Paolo Parentela

 

 

 

Luigi di Maio: Se vorrete il MoVimento 5 Stelle al Governo del Paese, faremo 4 cose con priorità assoluta leggete Qui:



 

 Fonte

 

Hanno parlato per tre mesi di referendum, olimpiadi e direzioni di partito. E così hanno perso le elezioni a Roma e Torino.

Non contenti, il giorno dopo la sconfitta, hanno iniziato a parlare di modifiche alla legge elettorale, ovvero di come spartirsi le poltrone alle prossime elezioni politiche.

La Camera dei deputati ci costa 100.000 euro all'ora (avete letto bene) e il PD vuole spendere questi soldi per cambiare l’Italicum.
Facciano pure. Ma quando vorranno tornare sulla Terra, gli mostreremo quali sono le priorità per l'Italia.

Un Paese che ha 10 milioni di cittadini che vivono sotto la soglia di povertà, 11 milioni di cittadini che hanno rinunciato a curarsi per difficoltà economiche, che è al secondo posto tra i Paesi europei per corruzione e in cui ogni giorno falliscono circa 380 imprese.

Se vorrete il MoVimento 5 Stelle al Governo del Paese, faremo 4 cose con priorità assoluta:

1) Una legge sul reddito di cittadinanza
2) Misure di alleggerimento fiscale per le imprese, tra cui l'abolizione di Equitalia
3) Norme anticorruzione, incluse quelle per la sburocratizzazione
4) Un piano energetico nazionale per rilanciare il lavoro nel mondo dell'energia green e abbassare le bollette energetiche per le famiglie italiane

A voi la scelta!

 

 



 

Video: In fiamme a Torino il bar simbolo dei Cinque Stelle In fiamme a Torino il bar simbolo dei Cinque Stelle

L'ennesima follia per attaccare il M5S. E' il caso di dirlo: al PD non resta che attaccarsi ad un click.



Fonte



Clicca qui per leggere la notizia sulla Pagina facebook di Mirella Liuzzi - Portavoce M5S

 

 

LA NOTIZIA DEL GIORNO È QUESTA QUI LEGGETE TUTTI.

NEWS: VIRGINIA RAGGI IL CAMBIAMENTO È INIZIATO. UN CAMPIDOGLIO APERTO AI CITTADINI

 

FONTE

 

 


IL CAMBIAMENTO È INIZIATO

Un Campidoglio aperto ai cittadini. La nostra Capitale vedrà i romani consultati e coinvolti a più livelli nelle decisioni della nuova amministrazione. Sarà un Comune "open government" dove puntare a ricostruire il senso di comunità troppo spesso dimenticato in questi anni.

Stiamo studiando dei sistemi per coinvolgere le persone nelle decisioni e nelle azioni di governo. Ogni atto verrà comunicato ai cittadini preventivamente, anche sui social, per esempio.
Inizieremo a lavorare sui punti programmatici più cari ai romani, come detto in campagna elettorale, a partire dai rifiuti, dalla trasparenza e dalla mobilità.

Sul fronte delle aziende municipalizzate chi ha avuto responsabilità è giusto che le porti fino a conclusione. I vertici di ogni azienda d'ora in avanti avranno l'obbligo di comunicare all'amministrazione capitolina ogni passo, con report quotidiani e settimanali.

I romani devono sapere dove vanno a finire i loro soldi. È ora di risolvere le situazioni incancrenite e far ripartire i servizi.
Il cambiamento è iniziato.

mercoledì 29 giugno 2016

RENZI CERCAVA FLESSIBILITÀ INVECE TROVA UN BEL "NEIN"


SOMMARIO DI NOTIZIA




Angela Merkel chiude le porte in faccia a Matteo Renzi e alla sua richiesta di deroghe alle norme europee sulle banche, smentendo quanto affermato poche ore prima dal presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker. “Non possiamo ridiscutere ogni due anni le regole del settore bancario“, ha spiegato la cancelliera tedesca. 




NOTIZIA DEL GIORNO: 123 ESUBERI QUESTO È IL PARTITO DEMOCRATICO


SOMMARIO DI NOTIZIE




È passata appena una settimana dalle elezioni comunali che hanno visto la rielezione del sindaco Pd Virginio Merola e per lui arriva subito la prima gatta da pelare. BolognaFiere – il secondo polo espositivo d’Italia, tra i cui principali azionisti ci sono proprio il Comune e gli enti locali in mano al Pd – ha infatti annunciato 123 esuberi. La metà del proprio personale rischia concretamente il licenziamento e in città si profilano settimane calde sul fronte sindacale.

 

 

CLICCATE QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALE SUL FATTOQUOTIDIANO

NOI M5S FACCIAMO I FATTI " GLI ALTRI RACCONTANO SOLO SUPERCAZZOLE "


FONTE

 

 

 

Domani a Torino ci sarà la cerimonia ufficiale di insediamento del sindaco Chiara Appendino, che sarà trasmessa in diretta streaming qui sul Blog delle Stelle e sulla pagina Facebook del MoVimento 5 Stelle
di Chiara Appendino, sindaco di Torino
Cinque milioni di euro. Questa è la cifra che risparmiaremo tagliando i costi della politica a Torino. In particolare, l’intervento mira a tagliare del 30% quello che chiamo "spoil system", ovvero quella galassia di staffisti e dirigenti fiduciari in forza alla precedente amministrazione guidata dal Piero Fassino.
In una città come Torino che ha il primato nel nord Italia della disoccupazione giovanile, oltre il 40%, è naturale la scelta di investire questo risparmio nel rilancio delle piccole imprese che si impegnano ad assumere giovani. Un milione all’anno per cinque anni, destinati alle piccole e medie imprese del territorio.
Si tratta solo di una prima manovra per andare a incidere su un tema così delicato e importante per la nostra comunità. In campagna elettorale, in più occasioni, abbiamo parlato del rilancio della vocazione produttiva di Torino e questo sarà il faro che guiderà il Governo della città per la prossima legislatura.
Il nostro compito oggi è dimostrare che un’alternativa di buona amministrazione è possibile. Un’amministrazione onesta, trasparente, basata sulle competenze e sul merito.
Abbiamo già iniziato a farlo. Abbiamo dimostrato che crediamo nel merito presentando prima del voto una larga parte della Giunta. Ci hanno detto che era una scelta "stravagante", che non si poteva fare. Bene, lo abbiamo fatto. Abbiamo dimostrato che si può fare una campagna elettorale vincente con 41mila euro che sono arrivati da donazioni spontanee di cittadini. Ci dicevano che era impossibile, lo abbiamo fatto. Abbiamo promesso trasparenza e abbiamo già dimostrato come una Giunta comunale possa comunicare con i cittadini sfruttando le nuove tecnologie, per questo poco più di una settimana fa io e la mia Giunta erano live su Facebook e hanno preso l’impegno di farlo almeno una volta al mese. Perché quelle stanze sono di tutti i cittadini, e tutti devono sapere cosa accade.
Infine, ci dicevano che a Torino era impossibile vincere, lo abbiamo fatto.
Il desiderio è che da oggi tutti i cittadini siano coinvolti e partecipi nel progetto di cambiamento della città. Per questo motivo creeremo dei sistemi di partecipazione attiva alla vita pubblica, sia attraverso i nuovi strumenti digitali che attraverso il più classico dei modi, ovvero il colloquio personale. Motivo per cui io e la mia Giunta dedicheremo un giorno al mese a ricevere i cittadini che lo richiedono.

>>> Il Blog delle Stelle ora è anche su Telegram con tutte le news e i commenti.
Rimani aggiornato ---> Clicca qui https://telegram.me/blogdellestelle e UNISCITI. <<<

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

NEWS: SUCCEDEVA 2 ANNI FA " DEPUTATA GRILLINA COLPITA ALLA CAMERA,LA#BOLDRINI STAVOLTA TACE

LA STANGATA DEL GOVERNO RENZI A: LUGLIO AUMENTA LA BOLLETTA ELETTRICA DEL 4,3%




SOMMARIO DI NOTIZIA




Luglio bollente sul fronte delle bollette. L'Authority ha deciso un super-aumento per l'elettricità (+4,3%) che scatterà il primo del mese. Gas più caro dell'1,9%.

 

 

CLICCATE QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALMENTE

NEWS VIRGINIA RAGGI PRESENTA LA GIUNTA #M5S ROMA! LEGGETE QUI I NOMI.



FONTE

 

 

 

 

 

M5s, corsa contro il tempo della Raggi per la giunta: Baldassarre alle Politiche sociali, Frongia capogabinettoSecondo l'agenzia Ansa, la responsabile dell'advocacy istituzionale dell'Unicef Italia e già nell’Ufficio del Garante nazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ha accettato di entrare nell'esecutivo dei 5 stelle. Mancano ancora caselle importanti come il Bilancio e i TrasportiUna corsa contro il tempo per avere tutti e dieci i nomi degli assessori in tempo per la prima seduta del Consiglio comunale del 7 luglio. La sindaca M5s Virginia Raggi continua da giorni i colloqui e gli incontri informali per definire la squadra, ma le difficoltà sono più del previsto tanto che alcuni non escludono che la seduta potrebbe slittare al 13 luglio (data limite). Intanto oggi c’è stata la nomina ufficiale del capogabinetto Daniele Frongia: ex consigliere comunale con i 5 stelle e braccio destro della Raggi.C’è inoltre una nuova pedina da aggiungere all’esecutivo della giunta capitolina: Laura Baldassarre è stata scelta per fare l’assessore alle Politiche sociali. Secondo l’agenzia Ansa, la responsabile dell’advocacy istituzionale dell’Unicef Italia e già nell’Ufficio del Garante nazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ha accettato l’incarico. Il nome va ad aggiungersi ai quattro assessori che hanno già dato la loro disponibilità:  Luca Bergamo alla Cultura, Paolo Berdini all’Urbanistica, Andrea Lo Cicero allo Sport e Paola Muraro all’Ambiente. Ci sono ancora da riempire però due caselle importanti: il Bilancio e i Trasporti. Per entrambi hanno rifiutato due nomi pesanti: il dirigente Consob Marcello Minenna e il professore del Politecnico Marco Ponti.Resta anche da sciogliere il nodo del vicesindaco che in un primo momento avrebbe dovuto essere proprio Frongia, poi nominato capogabinetto. La scelta ha fatto discutere: alcuni hanno infatti ipotizzato il rischio che non potesse ricoprire ruoli dirigenziali un anno dopo essere stato consigliere comunale in base alla legge Severino. Un’ipotesi smentita dalla Raggi: “I pareri li abbiamo già chiesti e ottenuti”, ha detto, “prima di procedere alla nomina, altrimenti non avremmo proceduto in tal senso. Daniele Frongia è già stato nominato capo di gabinetto. Ho chiesto i pareri proprio per capire se vi fossero problemi e ho avuto risposte positive in merito all’assenza di qualunque incompatibilità o inconferibilità”.

ORMAI È PALESE RENZI A OTTOBRE MANGERÀ IL PANETTONE!! #RENXIT



SOMMARIO DI NOTIZIA:




Dopo la botta delle comunali, nel Pd circola un altro cattivo pensiero: e riguarda il rischio di non riuscire a raccogliere le 500mila firme per il referendum costituzionale di ottobre. La campagna, partita il 21 maggio con il Referendum Day, con tutti i big della maggioranza renziana schierati nelle centinaia di banchetti in tutta Italia, sta vivendo un momento di stanca. E la data limite del 13 luglio per la consegna delle firme in Cassazione si avvicina rapidamente. Fonti Pd spiegano che il 10 luglio la raccolta si interromperà per poter poi procedere al vaglio delle firme e relativi controlli. 

 

CLICCATE QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALMENTE

Video: #Istanbul, attentato in aeroporto Spari e bombe: più di 50 morti


 

 

 Fonte

 

 

  

Sommario di Notizia




Tre persone armate di kalashnikov sono entrate all'aeroporto di Istanbul. Dopo aver aperto il fuoco sulla folla si sono fatti saltare in aria

 

Sarebbe stata un commando jihadista ispirato dall'Isis e composto da 7 persone a compiere l'attacco terroristico nell'aeroporto Ataturk di Istanbul. Lo sostengono fonti anonime di polizia, citate da media turchi. Uno dei membri del commando sarebbe stato arrestato, mentre altri 3 sarebbero in fuga, oltre ai 3 kamikaze. Non c'e' pero' al momento alcuna conferma ufficiale.

 

 Clicca qui per leggere la Notizia integralmente

 

 

 

 

 

Clicca qui per leggere l'articolo integralmente 

martedì 28 giugno 2016

LA NOTIZIA DEL GIORNO " PAGHERÀ SEMPRE PANTALONE "

NOTIZIA DEL GIORNO RENZI SNOBBA LA MINORANZA DEL #PD



SOMMARIO DI NOTIZIA:




Anche la Brexit diventa un problema nel Partito democratico. Perché la minoranza, capeggiata da Pier Luigi Bersani, ha messo nero su bianco la richiesta a Matteo Renzi. “Non sarebbe il caso di organizzare una discussione seria su come reagire alla Brexit? Non potrebbe occuparsene il Pd?”, ha scritto  sul proprio profilo Facebook  l’ex segretario invocando una discussione a Largo del Nazareno. Che, invece, continua a latitare. L’unico fatto certo è che la direzionale nazionale è slittata ulteriormente: il confronto interno è fissato per lunedì 4 luglio. Nella sinistra del Pd, al momento, non si segnalano movimento: l’attesa è tutta concentrata sulle proposte che il leader dem metterà sul tavolo. A partire dalla politica del Governo. L’analisi del voto, fatta dalla corrente guidata da Roberto Speranza, ha portato a una convinzione: per risollevare il Pd non basta nemmeno più il ricambio in segreteraia, ma serve un’inversione di rotta sulle scelte decisive dell’esecutivo. Oltre alla maggiore collegialità che comunque già sulla Brexit è venuta meno, come ha fatto notare Bersani.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE LA NOTIZIA INTEGRALE 

News: Succede in Calabria. M5S lancia l’assalto alla Regione: “Siamo pronti a governare”





Sommario di Notizia




Il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, e la deputata Dalila Nesci ieri a Lamezia per sostenere il Movimento verso la guida della Regione: “Dopo la vittoria schiacciante a Roma e Torino, non possiamo più fermarci”. Annunciata raccolta firme per presentare al Consiglio regionale un ddl sul riassetto della sanità regionale.

 

“L'obiettivo - ha spiegato Di Maio - è quello di far saltare lo schema di potere nella sanità oggi. La nostra legge calabrese sulla sanità, infatti, impedisce la gestione dei potentati". "In questi anni - ha aggiunto il vicepresidente della Camera - le migliori carriere politiche nelle Regioni del Sud si sono fatte grazie alle ruberie sulla sanità. Chi ha rubato in sanità oggi, magari, siede in Parlamento da venti anni ed ha causato la morte di tanti cittadini per casi di malasanità. Basta utilizzare la Sanità come un bancomat. Non si può far crescere i partiti e fare le carriere politiche sulla pelle della povera gente", ha concluso Di Maio.

 

Clicca qui per leggere l'intera notizia 

L'INCUBO DI RENZI SI MATERIALIZZA " M5S SUPERA IL #PD GUARDATE QUI "



SONDAGGI TG LA7 – Dopo le intenzioni di voto di Scenari Politici, arrivano i sondaggi elettorali di Tg La7, appena andati in onda nell’edizione delle 20.00 di oggi (27 giugno 2016).

Come avevamo pronosticato, l’effetto Amministrative ha causato il sorpasso del M5S (MoVimento 5 Stelle) sul PD (Partito Democratico).

Con una prodigiosa crescita di oltre due punti e mezzo percentuali, i pentastellati si aggiudicano il titolo di prima forza politica del Paese. E tutto questo a pochi mesi di distanza dal decisivo referendum di ottobre (e la paura, dalle parti del PD, è tanta che qualcuno preferirebbe rimandarlo a primavera 2017).


 

CLICCA QUI PER LEGGERE L'INTERA NOTIZIA 

lunedì 27 giugno 2016

Video Brexit, Renzi riferisce in Senato, il senatore Lucidi m5s lo Asfalta Guardate tutti.







Video Brexit, Renzi riferisce in Senato, il senatore Lucidi m5s lo Asfalta Guardate tutti.




LA FURBATA DI RENZI " LEGGETE TUTTI "



SOMMARIO DI NOTIZIA:



Per il momento manca la conferma ufficiale, ma secondo indiscrezioni raccolte da Affaritaliani.it in ambienti renziani, pare che il presidente del Consiglio sia intenzionato a spostare di due mesi il referendum istituzionale. Originariamente previsto entro il 15 ottobre, la consultazione sulla modifica della Costituzione dovrebbe tenersi invece domenica 4 dicembre. Un cambio di data che cela il timore del premier per i sondaggi sempre più negativi ma non solo. L'obiettivo è quello di andare alle urne una volta messa in cassaforte la Legge di Bilancio. Se infatti dovesse esserci davvero la vittoria del no e una crisi di governo (il premier ha sempre detto che si dimetterebbe se dovesse perdere) l'Italia rischierebbe l'esercizio provvisorio.



News: Brexit, Renzi riferisce in Senato alla vigilia del Consiglio europeo: la diretta




fonte

 

 


News: Brexit, Renzi riferisce in Senato alla vigilia del Consiglio europeo: la diretta

 

 

VIDEO VIRGINIA RAGGI " SVELA LA SITUAZIONE DEL DEBITO ROMANO "









VIDEO VIRGINIA RAGGI " SVELA LA SITUAZIONE DEL DEBITO ROMANO " 

 

 

 

NOTIZIA DEL GIORNO SUL #PD


Sommario di notizia:



Parla il presidente Dem: "Rimango commissario a Roma"

 

 

Cliccando qui potete leggere la notizia integralmente su Repubblica

MILANO: L'INCIUCIO CONTINUA? " LEGGI LA NOTIZIA DEL GIORNO SUL FATTOQUOTIDIANO "





SOMMARIO DI NOTIZIA:




"Prima riunione giovedì o venerdì al Giambellino". Confermati Majorino, Tajani, Rozza, del Corno, Maran e Granelli. I nomi nuovi sono la Scavuzzo, che sarà anche assessore all’Educazione, Roberta Guaineri, Gabriele Rabaiotti, Roberto Tasca, Roberta Cocco e il radicale Lorenzo Lipparini. Gherardo Colombo e Emma Bonino consulenti

 

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALMENTE SUL FATTOQUOTIDIANO

News: Effetto Brexit sulle intenzioni di voto Il Pd perde consensi, volano i 5 Stelle

 

 

 Fonte

 

 

 

Partito Democratico in difficoltà, continua l'avanzata dei 5 Stelle

Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)




"Anche se non c'è un impatto diretto delle vicende internazionali sulle intenzioni di voto in Italia, l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea rafforza la tendenza in atto di un indebolimento del Partito Democratico". Lo afferma ad Affaritaliani.it il sondaggista Alessandro Amadori, Università Cattolica e vice-presidente di Istituto Piepoli. "Il Pd ormai è sceso tra il 30 e il 31% abbandonando quota 32, un segnale per il premier Renzi che non va sottovalutato. Allo stesso tempo i 5 Stelle tendendo a rafforzarsi, indirettamente anche per il voto britannico. Il M5S si è consolidato tra il 28 e il 30% ed è a un passo dal Pd". Nel Centrodestra, invece, "la Lega resta ferma al 13%. O Salvini si inventa una Lega 3.0, fornendo un progetto di come gestirebbe il Paese (e la convention di Parma va in questa direzione), o rimarrà ferma al 13%. Forza Italia ha il suo zoccolo duro dell'11%, mentre Fratelli d'Italia ha ormai fatto un salto dal 4 al 5%. Complessivamente il Centrodestra si attesta sul 29%".

"L'Italia è a tutti gli effetti un Paese tripolare - spiega Amadori - e al di fuori dei tre grandi blocchi c'è ben poco. La sinistra-sinistra, che avrebbe un buon bacino, resta ferma al 3,5-4% anche e soprattutto per la mancanza di un leader. Ci sono i Radicali fermi all'1%, Ncd-Area Popolare sul 2,5-3%, non oltre, e il Partito Comunista di Marco Rizzo tra lo 0,5% e l'1%".

E in caso di ballottaggio se si votasse con l'Italicum? "Il tripolarismo si presta a comportamenti opportunistici degli elettori. Come ha dimostrato il voto di Torino, basta che un elettore su dieci del Centrodestra voti M5S per far perdere il Pd. Come abbiamo visto lo scorso 19 giugno - afferma Amadori - i 5 Stelle sono favoriti, perché prendono voti dal Centrodestra ma se restano fuori dal ballottaggio difficilmente votano per un altro schieramento. Il limite di Renzi è proprio un partito fatto su misura, quasi una lista Renzi, che non riceve altri voti, nemmeno dalla sinistra-sinistra che al secondo turno probabilmente rimane a casa e non vota".

domenica 26 giugno 2016

Notizia del Giorno sui Ballottaggi, Renzi ora teme per il referendum di ottobre: no al 55%




Sommario di Notizia



"Vincono i volti giovani, la sfida è il referendum" ha affermato Matteo Renzi commentando l'esito dei ballottaggi. Il presidente del Consiglio si lecca le ferite di Torino e Roma e si consola con Milano e Bologna, anche se la vittoria di Virginio Merola non è certo un successo della linea renziana (basti pensare che il sindaco rieletto della città felsinea ha festeggiato cantando Bella Ciao).


Clicca qui per leggere l'articolo integrale


LEGGETE TUTTI LA NOTIZIA DI OGGI RIGUARDANTE LA SICILIA!!



SOMMARIO DI NOTIZIA:




PALERMO - Crocetta ha brindato ai 500 milioni giunti da Roma. Dopo che Roma aveva tolto alla Sicilia più di 800 milioni. Il “saldo” tra le buone e le cattive notizie, insomma, è negativo. Ma le colpe tra il governo Renzi e quello regionale sono equamente condivise. E adesso sono cristalizzate in una sentenza della Corte costituzionale depositata i primi maggio e pubblicata solo adesso. Per farla breve, la Consulta ha dato torto al governo Crocetta che si era opposto alla decisione dello Stato di togliere alla Sicilia oltre 1,3 miliardi di Fondi Pac (Piano azione e coesione), per destinarli agli sgravi per le imprese, previsti nella legge di stabilità nazionale del 2014. Ricorso respinto per un motivo molto semplice: la Regione ha tardato a programmare e impegnare quelle risorse. Lo Stato, quindi, aveva tutto il diritto di riprendersele.




CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALMENTE

Sondaggio del 26 Giugno Il Movimento 5 Stelle balza al 30% Tonfo del Pd e della Lega. Dati




Fonte

Terremoto politico - elettorale dopo i ballottaggi del 19 giugno. Il Partito Democratico - secondo il primo sondaggio effettuato da Swg dopo il secondo turno delle elezioni amministrative - scende al 31,3% dal 32% del 19 maggio. Balzo del Movimento 5 Stelle che raggiunge il 30% (più di un mese fa era al 25,9%). Tonfo della Lega Nord che dal 14,5% precipita al 12,8%. Forza Italia in leggero calo dal 12% all'11,7%. LA TABELLA CON TUTTE LE VARIAZIONI.

 

sabato 25 giugno 2016

Video: Succede adesso: Cuperlo: ‘Lanciafiamme Renzi contro minoranza? Noi abbiamo gli estintori‘


 

 

 

 

Video: Succede adesso: Cuperlo: ‘Lanciafiamme Renzi contro minoranza? Noi abbiamo gli estintori‘

Benvenuti a Palermo " inizia la festa "Italia 5 stelle il 24 e 25 settembre a Palermo"



FONTE




"Avete un importantissimo appuntamento da fissare nella vostra agenda. Il 24 e 25 Settembre si terrà la terza edizione di Italia 5 Stelle a Palermo. Italia 5 Stelle é l'incontro nazionale del M5S dove tutti gli eletti, a tutti i livelli istituzionali, i simpatizzanti, gli attivisti, i semplici curiosi passano insieme un weekend di sogni, progetti, allegria, entusiasmo, passione per la politica". Lo scrive la deputata Roberta Lombardi sul blog di Beppe Grillo.

"Se non ci siete mai stati é l'occasione buona per sperimentare quest'atmosfera incredibile. E siccome non vogliamo arrivare in Sicilia a nuoto come fece qualche anno fa Beppe Grillo, stiamo mettendo su un sistema di convenzioni con vettori aerei e marittimi, che verranno illustrati nel mini sito dedicato ad Italia 5 stelle che sarà pronto nei prossimi giorni. Come sempre vi chiediamo un piccolo contributo. Ogni manifestazione, ogni campagna elettorale, ogni sogno targato 5 stelle, dipende dal contributo di ciascuno di noi".

in diretta sul suo profilo Facebook di Virginia Raggi, per fare entrare “i cittadini e soprattutto i cittadini romani nelle istituzioni”.

LA NOTIZIA DEL GIORNO: ECCO LA RAI " #RENZIANA " DOVE SI PARLERÀ H24 DI RENZI



SOMMARIO DI NOTIZIA 



C'è qualcosa di nuovo, eppur d'antico tra gli austeri corridoi di Viale Mazzini, labirinti spettrali dove spesso s'odono le voci disperate di conduttori, dirigenti e anchormen colà abbandonati, negli anni, dalle varie lottizzazioni a stratificazioni geologiche.
Eppure, qualcuna di queste anime perdute riappare, riemerge fiera e vendicativa dalle nebbie della memoria (c'è chi usa la metafora del «bollito è servito», chi dei «vecchi leoni più vecchi che leoni», fate voi)

 

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALMENTE 

VIDEO: ORA INIZIA IL BELLO " M5S STA CHIEDENDO I RENDICONTO DI TUTTE LE PARTECIPATE DI ROMA "





Roma, Lombardi (M5s): ‘Raggi? Sta chiedendo i rendiconti finanziari delle partecipate. Ci aspettiamo il peggio’

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALE 

LA PAURA FA 90 " L'EUROPA RISCHIA DI SPARIRE "

AVVISO DI SFRATTO AL GOVERNO RENZI " AP E ALA AFFONDANO RENZI "



SOMMARIO DI NOTIZIA



Crepe in maggioranza, verdiniani e alfaniani votano contro sull'emendamento Fi alle pene per terrorismo

Roma - Fuoco amico su Matteo Renzi. Non siamo ancora a una strategia di aperta resistenza parlamentare, ma la maggioranza traballa e il malessere dentro Area Popolare di Angelino Alfano e Ala di Denis Verdini continua a crescere. 

La sconfitta alle Amministrative ha lasciato il segno. I parlamentari, soprattutto al Senato, sono da giorni sul piede di guerra, chiedono garanzie, sollevano apertamente dubbi sull'opportunità di continuare a sostenere il governo Renzi in una posizione di evidente sottomissione. E dubbi circolano anche tra i verdiniani di Ala.

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALMENTE

venerdì 24 giugno 2016

News: Succede adesso Chiara Appendino in ospedale con febbre alta e tosse: “i Medici Riposo assoluto”



Fonte

 

 

La neosindaca di Torino Chiara Appendino ha annullato tutti gli impegni pubblici a causa di una tracheo bronchite. In mattinata si è presentata al pronto soccorso dell’ospedale Mauriziano con la febbre alta, la tosse e i sintomi influenzali che si erano già manifestati dopo il ballottaggio. I medici le hanno consigliato tre giorni di riposo assoluto.

Per precauzione, i medici – gli stessi che l’hanno seguita durante la sua recente gravidanza – hanno sottoposto la prima cittadina agli esami del sangue e alle lastre ai polmoni, che hanno escluso infezioni. Sono stati quindi annullati tutti gli impegni di oggi, San Giovanni, patrono di Torino. La sindaca non è quindi presente alla Messa in Duomo di questa mattina e questa sera non parteciperà allo spettacolo pirotecnico sulle rive del Po. La Appendino è stata dimessa dall’ospedale subito dopo gli esami.

News: E adesso l'Europa paga le sue colpe Le cinque ragioni del "vaffa" britannico



Fonte 

 




La vittoria del "leave" in Gran Bretagna segna la più grande sconfitta dell'Europa. Uno schiaffo sonoro e, forse, inevitabile. Perché se il movimento Brexit è riuscito a portare fuori dall'Ue il Regno Unito è proprio perché l'Europa non è riuscita a dare risposte chiare ai problemi concreti del Paese come immigrazione, sicurezza, sovranità nazionale.

Partiamo dall'immigrazione. La Gran Bretagna è presa d'assalto dagli immigrati, circa duecentocinquantamila solo nell'ultimo anno, ma non può limitarne l'arrivo. Gli immigrati (provenienti per lo più dai Paesi Ue) pesano sui servizi, dai mezzi pubblici alla sanità ai sussidi. Inoltre sono disposti a lavorare a basso costo danneggiando così i lavoratori britannici e le loro buste paga. Non solo. In Europa stanno per entrare Albania, Macedonia, Montenegro, Serbia e Turchia e il rischio di un aumento senza controllo dell'immigrazione è troppo forte. Con l'uscita dall'Ue però la Gran Bretagna può tornare a fare controlli ai confini. Al tema dell'immigrazione è collegato quello della sicurezza interna. Perché fino adesso l'Ue imponeva la libera circolazione delle persone e di conseguenza una più facile circolazione di armi e terroristi.

La Gran Bretagna ha da sempre un forte senso di indipendenza ma da quando è nell'Ue la metà delle sue leggi è stata approvata dai burocrati di Bruxelles senza l'ok dei giudici inglesi e del governo. Inoltre l'Unione europea ha una burocrazia mostruosa, impone restrizioni, limiti, regole in qualsiasi campo facendo così aumentare i costi e soffocando le piccole e medie imprese. Una volta fuori la Gran Bretagna potrà rilanciare l'economia e sarà libera di fare trattati commerciali con Cina, India e con altri Paesi emergenti.

L'Europa, infine, è una "macchina" molto costosa: la Gran Bretagna versa 350 milioni di sterline alla settimana a Bruxelles, 20 miliardi di sterline all'anno e non ha il controllo di come vengono spesi. Ora questi soldi possono essere investiti per il bene del Paese. 

Ora l'Europa deve interrogarsi e forse deve cominciare a cambiare le sue politiche. 

La Notizia del Giorno Riguarda il Premier Renzi




Fonte






Sommario di Notizia: 



Il presidente del Consiglio Matteo Renzi è stato interrogato il 20 maggio scorso dai magistrati della Procura di Roma nell'ambito delle indagini sulle speculazioni in borsa nei giorni precedenti al varo del decreto sulle banche popolari. Lo scrivono il Corriere della Sera, La Repubblica e il Fatto Quotidiano. Il premier ha incontrato i magistrati in qualità di persona informata dei fatti e il verbale è stato secretato.

 

 

 Clicca qui per leggere l'articolo integrale

News: #M5S questa è la Verità sul Governo Renzi





Sommario di Notizie:

La situazione economica dell’Italia è sempre in fase di stallo, il Paese non riparte, molti strati della popolazione, soprattutto quelli più deboli sono in difficoltà, nonostante l’obolo renziano degli 80 euro. La riprova? Un esempio su tutti: una famiglia su quattro ha problemi a pagare il mutuo di casa. Nel corso di un anno si è passati dal 14,4% al 22,8% di famiglie che dichiarano difficoltà a far fronte al mutuo, lo rivela uno studio di Nomisma sulla situazione economica delle famiglie italiane.

 

Clicca qui per Leggere l'articolo integrale 

L'incubo di Renzi si chiama #M5S, PD Ora di cambiare l'Italicum



Fonte





Legge elettorale: Renzi potrebbe annunciare il cambiamento dell'Italicum in occasione della direzione nazionale del Pd

 

 Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)

 

 

La svolta è vicina. Vicinissima. E le parole di Emanuele Fiano, fedelissimo del premier, annunciano il cambio di rotta del premier e del governo. "Sull'Italicum penso che verrà fatta una riflessione. Sarà Renzi a decidere se affrontare questo tema. Premesso che nelle periferie romane se modifichiamo o meno l'Italicum la vita dei cittadini non cambia, sulla legge elettorale va fatta una riflessione. Noi abbiamo pensato l'Italicum in un momento diverso. Credo che Renzi farà una riflessione seria e aperta su tutto questo a partire da domani durante la direzione nazionale del Pd".

 

Clicca qui per leggere la notizia integrale 

News: «Vince Brexit, Gb fuori dall'Ue»









Il leader euroscettico canta vittoria e chiede le dimissioni di Cameron se la Gran Bretagna dovesse scegliere di uscire dall'Ue. Dopo un avvio timoroso, i mercati asiatici crollano. Come la sterlina, ai minimi da 31 anni

Farage canta vittoria

Per gli euroscettici, guidati dall’ambizioso ex sindaco conservatore di Londra Boris Johnson, e per il tribuno populista dell’Ukip Nigel Farage si tratta di una notte difficile da dimenticare. «Sembra che “Remain” sia in vantaggio», aveva detto Farage alla chiusura dei seggi, rilanciando poco dopo: «Forse abbiamo perso una battaglia, ma vinceremo la guerra». Superat« la metà dello spoglio, però, il leader euroscettico ha cominciato a cantare vittoria. «È l'Indipendence Day», ha affermato a tarda notte, dando ormai per scontata l'affermazione del «Leave» — che aveva oltre 700 mila voti di vantaggio — e chiedendo le dimissioni di Cameron in caso di vittoria del «Leave».

giovedì 23 giugno 2016

TIRA UNA BRUTTA ARIA PER IL GOVERNO RENZI " BATTUTO 2 VOLTE AL SENATO "





Brutto messaggio per la maggioranza di governo, sconfitta 102 a 92 su un emendamento al ddl in discussione a Palazzo Madama. Falanga (Ala): "Non eravamo d'accordo". Zanda (Pd): "Si tratta di un'evidentissima manovra politica".Brunetta (Fi): "Primo pizzino di Verdini a Renzi"




Notizia del Giorno: Ecco la Prima priorità del sindaco #Sala: cambiare i mobili del suo studio!!


Sommario di Notizia


Milano - Giuseppe Sala, nuovo sindaco di Milano, si è già insediato a palazzo Marino. Anche fisicamente ieri era qui, nello studio che fu di Giuliano Pisapia, a studiare la situazione, valutare le prossime mosse, mettere a punto la squadra, promessa per lunedì.

Mancano poco più di tre giorni.

Eppure, l'attenzione del manager Expo si è concentrata su una questione che ai più potrebbe apparire secondaria: cambiare i mobili dello studio.

 

 

Clicca qui per leggere l'articolo integralmente 

News: La Sicilia non ha più lo Statuto Speciale!!





Sommario di Notizia:

La rinuncia ai contenziosi, il recepimento delle norme nazionali, gli interventi del governo Renzi sull'Ars: la Sicilia non è più “speciale”

 

 

PALERMO - Ciao ciao Autonomia. E tanti saluti allo Statuto. La Sicilia è diventata una Regione “ordinaria”. Anzi, una modesta dependance dello Stato centrale che decide, indica, obbliga e impone. Con governo e parlamento siciliani ormai impegnati solo nell'operazione di annuire, abbozzare ed eseguire. Nonostante il presidente Crocetta si consideri un “autonomista” convinto, così come tanti suoi colleghi deputati dell'Ars.




CREDIBILITÀ ZERO?















Sommario di Notizia 

Il voto delle amministrative ha svuotato il serbatoio della macchina renziana, già in debito di ossigeno prima della consultazione, e ora l’effetto fiato corto si riverbera sul voto di ottobre.  I sondaggi sul referendum costituzionale di ottobre danno, al momento, in vantaggio il fronte del “no” e la politica comincia a chiedersi (e a prepararsi) a una eventuale caduta del Governo. Il premier è convinto di riuscire a ribaltare l’attuale pronostico, come ha ribadito nella sua E-News.

Ma se fino a qualche giorno fa ripeteva che “se perdo vado a casa”, oggi sembra aver cambiato strategia ed evita di mettere sul piatto le sue dimissioni. Anche perché nello stesso Pd cresce il fronte di coloro che chiedono al premier di mettere da parte la personalizzazione del voto sul referendum, accantonando l’ipotesi di rimettere il mandato in caso di vittoria del no. Più che una E-News, stavolta, il capo del governo ha inviato un nuovo manifesto programmatico.

 

Clicca qui per leggere l'articolo integralmente